menu +

Museo

IL NOSTRO PASSATO

IL NOSTRO PASSATO



 

Nel centro storico della frazione di Villa Badessa è presente la Mostra permanente storica ed etno-antropologica della piccola comunità arberesh, promossa dall’Amministrazione comunale di Rosciano. La sede del piccolo “museo” è una delle antiche abitazioni del primo insediamento abitativo delle famiglie arberesh, poi ristrutturata e messa in sicerezza. Di solito lo spazio museale è aperto e visitabile nei giorni festivi e la domenica mattina dopo la funzione religiosa, dalle 11.15 in poi.

All’interno si possono ripercorrere le tappe principali dell’insediamento della comunità, l’impianto architettonico del primo “villaggio” datato 1743 – 1744 con una struttura “a pettine” basata su una strada ad asse principale che viene ad incontrare in modo perpendicolare  abitazioni semplici con stretti vicoli, ciascuna con orti e animali da cortile  (vedere il plastico dell’insediamento).

All’interno, alcuni pannelli alle pareti ricordano le tappe principali dell’origine del “villaggio”, i rapporti con il Potere di Napoli ed in territorio circostante.

 

Immagine 160 Immagine 161

 

 

 

 

 


Qui di seguito il link per accedere e visitare virtualmente la Mostra…(gentilmente concesso da Amanda Relli)

https://www.facebook.com/Mostra-Permanente-Storica-ed-Etno-Antropologica-Villa-Badessa-Abruzzo-520780928256213/?hc_ref=ARS0VW-LJoFyeB0-3sFmbhjM764BrhomByt_mYyr6CAeR1E8_e7_A1svQkQ_elnLlSE

 


Visite di turisti e studiosi alla Mostra permanente storica etnoantropologica e alla Chiesa di Villa Badessa

 

Nel 2012…..

 


Nel 2013………

 

 

Osserva e Confronta le due fotografie scattate dalla stessa posizione,
ma a distanza di 100 ANNI  !!  (Maximilian Lambetz, 1913 e 2013)

lambertz_IT1913_07[2]

 

100_9383

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Ad arrichire le curiosità dei turisti, proprio nel centro storico della frazione di Villa Badessa, è collocata la Mostra permanente storica ed etno-antropologica della piccola comunità arberesh, promossa dall’Amministrazione comunale di Rosciano. Di norma aperta e visitabile nei giorni festivi e la domenica mattina dopo la funzione religiosa, in essa si possono ripercorrere le tappe principali dell’insediamento della comunità, l’impianto architetonico del primo “villaggio” con una struttura “a pettine” cioè caratterizzata da una strada principale alla quale in modo perpendicolare sono sorte le abitazioni divise da stretti vicoli, ciascina con orti posteriori e animali da cortile  (vedere il plastico dll’insediamento).

 

SpainEnglish SU